Le Figlie di Ipazia

Donne da ricordare e celebrare

MONTSERRAT ROIG

Barcellona,

 13 giugno 1946

// Barcellona,

 10 novembre 1991)

Montserrat Roig

Montserrat Roig i Fransitorra (Barcellona, 13 giugno 1946 – Barcellona, 10 novembre 1991) è stata una scrittrice e giornalista spagnola in lingua catalana. Si contraddistinse per le idee di sinistra, il catalanismo e la difesa dei diritti delle donne.

Nata nel quartiere barcellonese dell’Ensanche, era figlia di Tomàs Roig, scrittore e avvocato, e di Albina Fransitorra, sostenitrice delle idee femministe. Dopo aver completato gli studi primari presso il collegio religioso Divina Pastora, studiò presso l’Istituto Montserrat e nel 1961 si diplomò alla Scuola Catalana di Arte Drammatica Adrià Gual, dove conobbe colei che sarebbe diventata una sua grande amica, Maria Aurèlia Capmany.

Nel 1966 Roig partecipò alla Capuchinada, una serie di manifestazioni dimostrative organizzate dall’assemblea del Sindacato Democratico di Studenti. Nello stesso anno sposò l’architetto Albert Puigdomènech. Nel 1968 si iscrisse al PSUC dove conobbe un altro dei suoi grandi amici, Manuel Vázquez Montalbán. Lavorò presso una serie di “media” editoriali ottenendo diversi premi, tra cui il Victor Català (1970).

Iniziò a lavorare come giornalista per la rivista Serra d’Or realizzando diversi reportage. Nel 1970 abbandonò il PSUC in disaccordo sui meccanismi di funzionamento interno del partito. Poco dopo nacque il suo primo figlio e si separò dal marito. Il 13 dicembre 1970 partecipò insieme ad altri intellettuali e artisti all’occupazione del Monastero di Montserrat in segno di protesta contro il cosiddetto “processo di Burgos”, un procedimento sommario contro militanti dell’ETA che si era concluso con sei condanne a morte, poi commutate in carcere in seguito proprio alle manifestazioni popolari e alle pressioni internazionali sul regime franchista.

Nel 1972 iniziò una relazione sentimentale con Joaquim Sempere, direttore della rivista Treball, organo centrale del PSUC, rapporto da cui nel 1975 ebbe il suo secondo figlio. Nel 1976 il suo romanzo El temps de les cireres (Il tempo delle ciliegie) vinse il Premio Sant Jordi. Nel 1990 le venne diagnosticato un cancro alla mammella che ne causò la scomparsa l’anno successivo.